nazionali

Comitato per il NO del Coordinamento per la Democrazia Costituzionale

By | 2020-02-25T12:52:15+00:00 febbraio 25th, 2020|

    AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI      AL PRESIDENTE DELLA CAMERA DEI DEPUTATI    AL PRESIDENTE DEL SENATO DELLA REPUBBLICA LORO SEDI Oggetto: Richiesta di rinvio del referendum sul taglio dei parlamentari del 29 marzo 2020 da parte del Comitato per il NO del Coordinamento per la Democrazia Costituzionale L’emergenza determinatasi per

Rinviare la data del Referendum sul taglio dei parlamentari Il Comitato per il No scrive a Mattarella, Conte, Fico e Casellati

By | 2020-02-25T12:36:46+00:00 febbraio 25th, 2020|

Rinviare la data del Referendum sul taglio dei parlamentari Il Comitato per il No scrive a Mattarella, Conte, Fico e Casellati In una lettera inviata al Presidente della Repubblica, ai Presidenti del Consiglio dei ministri, della Camera e del Senato, firmata dal suo presidente Massimo Villone (che si allega), il Comitato per il NO al

La Rete delle Città in Comune per il No al taglio dei Parlamentari

By | 2020-02-24T15:38:04+00:00 febbraio 24th, 2020|

La Rete delle Città in Comune per il No al taglio dei Parlamentari. Perché non abolire direttamente il Parlamento? Se ne gioverebbe la velocità nelle decisioni e si risparmierebbero un po’ di soldi pubblici. La nostra vuole essere certo una provocazione, ma se le motivazioni di coloro che hanno promosso e – per ora –

NEL REFERENDUM IL 29 MARZO VOTIAMO NO

By | 2020-02-23T09:58:47+00:00 febbraio 23rd, 2020|

 NEL REFERENDUM IL 29 MARZO VOTIAMO NO Perché la democrazia è un bene supremo: risparmiare su questa non è solo sbagliato, ma ridicolo, visto che il risparmio sarebbe dello 0,007 del bilancio statale ovvero 1,35 euro per cittadino: un caffè all’anno Perché la cattiva politica ha altre cause: non nel numero dei parlamentari, ma perché

NEL REFERENDUM IL 29 MARZO VOTIAMO NO

By | 2020-02-23T10:01:08+00:00 febbraio 22nd, 2020|

NEL REFERENDUM IL 29 MARZO VOTIAMO NO Perché il nostro voto conta: essendo un referendum costituzionale non c’è il quorum (l’obbligo della maggioranza più uno degli aventi diritto al voto), quindi nessun voto andrà disperso e potrà determinare la vittoria del NO Perché è una partita aperta: già nei referendum del 2006 e del 2016

Il No al taglio dei parlamentari apre crepe nell’area governativa

By | 2020-02-22T14:16:21+00:00 febbraio 22nd, 2020|

Alfonso Gianni (in “Eccoci” settimanale di Jobsnews online) Quando il governo ha fissato la data del Referendum sul taglio dei parlamentari ha scelto tra le varie possibili la più prossima, il 29 marzo. Era evidente la sua intenzione di dare poco spazio all’informazione e al dibattito e di intascare facilmente un consenso, visto l’ampiezza dello

IL NO SFONDA ANCHE NELL’AREA DELLE FORZE DI GOVERNO, COME IL PD

By | 2020-02-21T21:09:01+00:00 febbraio 21st, 2020|

"In vista del referendum  costituzionale del 29 marzo sulla riduzione dei parlamentari, il  fronte del No si arricchisce di un comitato nazionale che si  colloca esplicitamente nel campo del centrosinistra e annovera  anche dirigenti e militanti del Pd tra i suoi promotori:  "Democratici per il No" (www.democraticiperilno.it)". lo  annuncia un comunicato.     "Questo taglio

DICIAMO NO AL TAGLIO DEI PARLAMENTARI – Gianfranco Pasquino

By | 2020-02-22T14:21:57+00:00 febbraio 21st, 2020|

Da Bologna un appello civico per il NO a prima firma del Prof. Gianfranco Pasquino DICIAMO NO AL TAGLIO DEI PARLAMENTARI. Il mantenimento del Parlamento, nel suo pieno assetto, è una questione democratica che nulla ha a che vedere con l’esercizio dei suoi poteri, necessariamente improntati alla sobrietà della spesa pubblica. I risparmi sulla spesa