La festa dell’europa – Ravenna 11 maggio

La festa dell’europa – Ravenna 11 maggio

By | 2019-05-10T20:08:38+00:00 maggio 10th, 2019|

Quale è il compito delle Associazioni alle quali molt* di noi appartengono?

Fare conoscere la storia, aprire spazi di studio, approfondimento e riflessione, in dialogo.

E’ un grosso guaio non conoscere la storia, ignorare quando e perché l’Europa, da ideale, come prima era,  è venuta costruendosi, lentamente – purtroppo –  in modo ancora imperfetto e incompiuto.

Spiegano tutto questo molto bene Gianfranco Pasquino nel suo libro, L’Europa in trenta lezioni, e l’Appello di Liberta’ e Giustizia che qui pubblichiamo.

L’Europa è’ nata dopo le tragedie del secolo scorso. E’ nata antifascista e il suo futuro non potrà che essere antifascista.

Altri sbocchi sarebbero un drammatico ritorno indietro.

Paola Patuelli

–      1 –

COMUNICATO STAMPA

La Festa dell’Europa

Studentesse, studenti, cittadinanza in dialogo con Gianfranco Pasquino

L’Europa in trenta lezioni

Sabato 11 maggio

ore 10

Sala Corelli del Teatro Alighieri

 Ravenna        

La Festa dell’Europa ricorda, il 9 maggio di ogni anno, la Dichiarazione con la quale  Robert Schuman propose, nel 1950, la creazione di un unico nucleo economico europeo del carbone e dell’acciaio, primo passo verso una Europa federale di pace.

A Ravenna la Festa viene ricordata, anche quest’anno, in  un incontro di dialogo di studentesse e studenti dell’Istituto Ginanni, Liceo Scientifico Oriani, Liceo Classico Dante Alighieri, con Gianfranco Pasquino, a partire da L’Europa in Trenta Lezioni ( UTET 2017).

Dagli anni di Schuman ad oggi molto è accaduto, e non accaduto. Pasquino delinea in un viaggio chiaro ed incisivo l’Europa che c’è e quella che potrebbe e potrà esserci.

Dal lento costituirsi dell’idea di Europa, al fondamentale Manifesto di Ventotene di Altiero Spinelli ed Ernesto Rossi, alle leadership di ieri e – forse – di domani, ai vari Trattati che  hanno lentamente delineato l’Europa, e alle frenate che hanno incrinato gli iniziali entusiasmi della pubblica opinione europea.

La visione di Pasquino è articolata, non nasconde la complessità del  presente e i punti critici dell’Europa di oggi, che si avvicina alla scadenza elettorale del 26 maggio, con le elezioni del nuovo Parlamento europeo.

Ma, in conclusione, Pasquino dice: “La mia Europa ha la convinzione che durerà nel tempo, che saprà crescere, che riuscirà a progredire in meglio, per sé, per gli europei, per il mondo”.

Il dialogo con Pasquino vedrà protagonisti studentesse e studenti, che hanno letto e discusso nelle loro classi L’Europa in Trenta Lezioni .

L’incontro, nell’ambito del Progetto di Orientamento Formativo del Comune di Ravenna, è aperto alla cittadinanza, ed è promosso, con il Comune di Ravenna, dal Comitato in Difesa della Costituzione di Ravenna e dal Movimento Federalista, Sezione Carlo Sforza di Ravenna. 

 

Ravenna, 4 maggio 2019

About the Author: