150 comitati territoriali e ambientalisti per il NO al Referendum

150 comitati territoriali e ambientalisti per il NO al Referendum

By | 2017-10-26T10:40:26+00:00 ottobre 27th, 2016|
14902862_215790935519539_4588983577476207529_oL’appello dei “Territori per il NO” spiega le ragioni della contrarietà delle realtà firmatarie alla riforma Renzi-Boschi: netta opposizione al disegno centralista alla base della revisione del Titolo V e all’introduzione della clausola di supremazia statale. Un NO che è al contempo rivendicazione di un allargamento della base democratica e di un ripensamento della democrazia che parta dalla redistribuzione di poteri decisionali a territori e enti democratici di prossimità.
L’iniziativa si situa in forte continuità con la straordinaria mobilitazione popolare costruita sui territori attorno al referendum abrogativo dello scorso 17 aprile.
Oltre 150 le adesioni raccolte in pochi giorni da ogni angolo del Paese.  
Tra i firmatari, i principali comitati e movimenti territoriali d’Italia: dal Coordinamento Nazionale NO Triv ai comitati NO Tav e NO MUOS alla Coalizione campana Stop Biocidio, dalle associazioni nazionali ISDE – Medici per l’Ambiente, Rete della Conoscenza e A Sud alle reti territoriali di Abruzzo, Sardegna, Veneto, Basilicata, Puglia, Lombardia, e di numerose altre regioni italiane.

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=ntDEJv9qKKE]

About the Author: