Monthly Archives: febbraio 2019

Firma la petizione su change.org

By | 2019-02-15T19:49:07+00:00 febbraio 15th, 2019|

Rivolgiamo un appello a donne e uomini liberi, alle soggettività politiche e sindacali, al mondo dell'associazionismo, ai movimenti che si riconoscono nei principi di uguaglianza e nell'universalità dei diritti sanciti dalla nostra Costituzione. Un appello per incontrarci e costituirci in un Coordinamento nazionale in difesa della Repubblica, dell'universalità dei diritti e della solidarietà nazionale contro

ericolo delle riforme costituzionali per evitare il referendum confermativo nasconde la via verso il presidenzialismo

By | 2019-02-12T07:22:26+00:00 febbraio 12th, 2019|

Al Senato è stato approvato in prima lettura il testo della legge che riduce il numero dei parlamentari, 400 alla Camera, 200 al Senato. Ora la proposta di legge passa alla Camera e come tutte le proposte che vogliono modificare la Costituzione dovrà essere approvata due volte, sia alla Camera che al Senato, a distanza

Un federalismo non solidale che colpisce l’unità del paese

By | 2019-02-07T19:32:42+00:00 febbraio 7th, 2019|

Un federalismo non solidale che colpisce l’unità del paese Mauro Sentimenti, Direttivo del Coordinamento per la Democrazia Costituzionale novembre 2018 “Nessuno ha il diritto di obbedire” Hannah Arendt Un federalismo non solidale, quello di Veneto Lombardia Emilia Romagna, già in via di formazione da molto tempo, che colpisce l’unità del paese e l’universalità dei diritti.

Adesione CDC alla manifestazione del 9 febbraio 2019

By | 2019-02-05T19:55:46+00:00 febbraio 5th, 2019|

Roma, 5/2/2019 La manifestazione del 9 febbraio contro la politica economica del governo segue alla chiusura della vicenda congressuale CGIL, che ha trovato una soluzione positiva e unitaria con un forte segnale di rinnovata vitalità. È un appuntamento di primaria importanza in un momento difficile della vita del paese. Si è gravemente indebolita, tra le

La Costituzione è ancora un bene comune o no?

By | 2019-02-02T17:51:33+00:00 febbraio 2nd, 2019|

Il referendum che ha bocciato le modifiche della Costituzione targate Renzi è del 4 dicembre 2016, eppure sono in arrivo nuove proposte di modifica. È un virus che colpisce chi entra a palazzo Chigi? L’Italia è in recessione, il governo dovrebbe dedicarsi a questo grave problema, invece pensa a modificare la Costituzione. Presentare le modifiche