Monthly Archives: gennaio 2015

L’autodistruzione della democrazia

By | 2017-10-26T10:05:47+00:00 gennaio 28th, 2015|

L’Italicum giunge al voto finale in senato con un carico accresciuto di macroscopiche violazioni della Costituzione e del regolamento. La prima viene dal «supercanguro». L’approvazione dell’emendamento 01.103, a firma Esposito, ha fatto cadere – a quanto si legge — decine di migliaia di emendamenti. Magia parlamentare? In realtà il trucco c’è, e si vede. In

Revisione della Costituzione e in particolare del Senato: mantenere le garanzie costituzionali

By | 2017-10-26T10:05:47+00:00 gennaio 21st, 2015|

Caro Deputato, L’attenzione sulla modifica in corso della Costituzione della nostra Repubblica e della legge elettorale resta a livelli troppo bassi e la discussione parlamentare, per come avviene, requisisce di fatto le decisioni senza consentire la necessaria partecipazione. E’ vero che il nostro paese, colpito da una crisi grave e tuttora in recessione, è concentrato

Riforma elettorale, piena elettività e rappresentatività per garantire la sovranità popolare

By | 2017-10-26T10:05:47+00:00 gennaio 21st, 2015|

Caro Senatore, molte ed autorevoli critiche sono state sollevate, nei confronti della prima versione dell'Italicum, concordata nel patto del Nazareno ed approvata, senza troppe varianti dalla Camera dei deputati. In un appello dei giuristi del gennaio dell'anno scorso è stato segnalata la preoccupazione e lo sconcerto della cultura giuridica democratica di fronte ad una riforma

Riforma elettorale: un passato che ritorna

By | 2017-10-26T10:05:47+00:00 gennaio 5th, 2015|

Quest’anno la befana porterà un dono molto velenoso a tutti gli italiani: il 7 gennaio infatti inizierà al Senato la discussione sulla nuova legge elettorale, l’Italicum, portata in aula a tambur battente, prima che venisse esaurito l’esame in Commissione, per soddisfare l’esigenza di Renzi di confez- ionare il regalo agli italiani prima che le Camere

Lettera aperta di Pancho Pardi agli elettori del PD

By | 2017-10-26T10:05:47+00:00 gennaio 1st, 2015|

Cari cittadini che votate PD, in questi giorni il partito in cui avete riposto le vostre speranze di un futuro migliore ha imposto nella discussione alla Camera sulla revisione costituzionale tempi ristretti come per un decreto legge: la Carta costituzionale trattata alla pari di un provvedimento di necessità e urgenza da liquidare alla svelta. A